Carrello

Opposte direzioni. Le famiglie Friedmann e Sonnino in fuga dalle leggi razziali

Nuova uscita nella collana “Storia, politica, società”: Opposte direzioni. Le famiglie Friedmann e Sonnino in fuga dalle leggi razziali di Giuseppe Nigro. Il Prof. Nigro ‒ tra i fondatori della Società Storica Saronnese, autore di numerose monografie dedicate alla storia politica, economica e sociale dell’Alto Milanese ‒ ricostruisce le vicende delle famiglie di origine ebraica Friedmann e Sonnino. Affermati esponenti Leggi tutto…

Gli Abruzzi nella storia del Mezzogiorno moderno

La collana Adriatica Moderna si arricchisce di un nuovo volume. Giovanni Brancaccio – professore ordinario di Storia Moderna presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture moderne dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, tra i maggiori studiosi di storia moderna e contemporanea del Mezzogiorno mediterraneo – ricostruisce con magistrale precisione il profilo storico di una regione complessa e difficile, non solo Leggi tutto…

Antoon e Paolina. L’amore proibito del pittore Van Dyck in Liguria

Un viaggio avventuroso e suggestivo, sullo sfondo degli splendidi panorami della Liguria di Ponente. Una fuga d’amore tra un pittore e una nobildonna, moglie del marchese di Brignole-Sale. Una ricostruzione storica e artistica, incentrata sulla figura di Antoon Van Dyck, pittore fiammingo allievo di Rubens e celebre ritrattista. Maurizio Giordano ci accompagna alla scoperta di alcuni tesori nascosti del patrimonio Leggi tutto…

Il Mezzogiorno nell’Età moderna. Temi, questioni, prospettive

Martedì 22 ottobre 2019 Presso AURUM, Sala Cascella – Largo Gardone Riviera, Pescara Il nostro direttore editoriale, Aulo Chiesa, interverrà alla Giornata di Studio organizzata dal Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara. Dopo i saluti istituzionali di Carlo Martinez, direttore del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università degli Studi “G. Leggi tutto…

Socialismi e condizione operaia in Russia prima e dopo la Rivoluzione

Biblion Edizioni vi invita a partecipare numerosi all’incontro che si terrà martedì 5 novembre alle ore 18.00 presso la Casa della Cultura a Milano in via Borgogna 3. L’incontro sarà occasione per discutere delle pubblicazioni della nuova collana La biblioteca Menscevica:  Julij O. Martov Un punto di svolta nella storia del movimento operaio ebraico a cura di Andrea Panaccione Elena Leggi tutto…

Le culture del socialismo: ieri, oggi?

Seminario dedicato a Piero Boni (1920-2009) Venerdì 25 ottobre, alle ore 17.00 Presso la Fondazione Giacomo Brodolini – Via Solferino 32, Roma Biblion Edizioni vi invita alla tavola rotonda organizzata dalla Fondazione Giacomo Brodolini: un’ottima occasione di confronto e discussione sulla attualità di una riflessione sul rapporto cultura/socialismo, come è stata realizzata con il progetto della Fondazione Brodolini e come Leggi tutto…

L’anima passionale della ragione scientifica

Biblion Edizioni annuncia l’uscita del libro L’anima passionale della ragione scientifica, pubblicazione possibile grazie alle curatele di Margherita Del Giudice Tosi, Enrico Chiappini, Antonella De Ninno, Pierre Madl e Giuseppe Vitiello, i quali hanno conosciuto Emilio Del Giudice per strade e motivi differenti, ma ne sono rimasti univocamente legati per le sue grandi doti scientifiche e umane. Emilio Del Giudice era persona di Leggi tutto…

Perché (non) siamo popolo

Perché (non) siamo popolo a cura di Paolo Giovannetti La collaborazione con l’Università IULM continua. In occasione di Bookcity 2018, l’Università IULM ha lanciato il concorso letterario Perchè (non) siamo popolo, invitando giovani studenti e studentesse delle scuole superiori milanesi a confrontarsi ed esprimere la loro creatività su un tema – il populismo – oggi di grande attualità. Il discorso populista Leggi tutto…

Saggi di economia

Saggi di economia di Roberto Artoni L’intento di questo libro è quello di redigere un bilancio dei lavori dell’autore, da cui emergessero sia gli eventuali attivi (là dove i contributi sono stati significativi), sia i passivi (là dove gli obiettivi, sempre a giudizio di terzi, non sono stati raggiunti). D’altro canto, i lavori qui raccolti, che suggellano quarantatré anni di attività didattica, di ricerca Leggi tutto…

Hestia