Carrello

Nel nuovo volume della collana Dendron, le giornaliste Antonella Andretta e Nicoletta Toffano ripercorrono la genesi e riflettono sui futuri sviluppi di una delle più innovative aree verdi urbane d’Europa

Dopo tre anni di ricerca e di raccolta di fonti archivistiche e orali, esce il saggio dedicato alla storia del Parco Nord Milano. Il libro ricostruisce la lunga e complessa vicenda che ha portato prima all’idea, poi alla realizzazione, infine agli attuali sviluppi di una delle aree verdi di maggiore interesse in tutta Europa, rilevante soprattutto per essere non uno scampolo di natura sfuggito all’urbanizzazione ma, al contrario, un’area ex industriale rinverdita dalla volenterosa mano dell’uomo.

Scritto a quattro mani da Antonella Andretta e Nicoletta Toffano, entrambe giornaliste, questo libro non è solo la Storia di una sfida vinta, come recita il sottotitolo, ma è anche un riconoscimento a tutte le persone che ogni giorno, da decenni a questa parte, hanno contribuito e contribuiscono all’esistenza di uno spazio pubblico, anima verde di una metropoli che sempre più ha bisogno di esempi di questo genere per guardare al futuro.

Il saggio propone inoltre ampi spunti di riflessione su temi legati all’attualità quali la costruzione del paesaggio naturale, la forestazione urbana, la ricucitura territoriale e la socialità negli spazi pubblici cittadini, senza trascurare aspetti legati alla storia del verde milanese e all’evoluzione del concetto di ecologismo negli ultimi sessant’anni.

Il volume fa parte della collana Dendron, dedicata a studi e ricerche sulla cultura del territorio. Uno strumento di informazione e “formazione” per studiosi, architetti, paesaggisti, ingegneri, archeologi e tecnici che operano nel comparto, in grado di favorire un percorso di tutela e valorizzazione del paesaggio. Una guida alla lettura e alla conoscenza del patrimonio paesaggistico per i cittadini, che dia loro consapevolezza dei processi di partecipazione e di intervento democratico alle azioni di pianificazione urbanistica, culturale, ambientale, agricola, sociale ed economica. Una finestra su argomenti che restituiscono spazio a ciò che si costruisce nel tempo, che richiede particolare cura delle scelte e che si misura con la capacità di immaginare e di “vedere” il futuro.

La scheda del volume è disponibile a questo link.