biblion-edizioni-storia-politica-società-regolo-nel-taschino

Col regolo nel taschino. Il Politecnico di Milano e la professione dell’ingegnere (1863-1960)

20.00

Emanuele Edallo

La figura dell’ingegnere è oggetto di un’accurata indagine che copre un periodo di tempo cruciale della storia economica italiana. Sono cent’anni nei quali società, tecnologie e produzione di beni si trasformano, nei quali l’ingegnere diventa la chiave di volta degli importanti processi di modernizzazione infrastrutturale nazionale. Il Politecnico di Milano è al centro del ricco patrimonio di conoscenze e di metodo legati al suo contesto di provenienza: una milanesità che è quasi un imprinting. La nascita del Politecnico costituisce uno spartiacque imprescindibile: l’ingegnere meneghino è un homo novus, motore di quell’“umanesimo tecnico” che saprà portare l’ancora giovane nazione italiana al crescente progresso degli altri moderni paesi europei; si tratta di una figura professionale in continua evoluzione, ma ancorata a un’identità condivisa da tutta la categoria e garantita da un’associazione professionale come l’Ordine degli ingegneri. In tal modo, riuscirà a essere protagonista della ricostruzione e della rinascita dell’Italia del boom economico.

400 pagg.
(Storia, politica, società; 17)

ISBN 978-88-961778-8-4

9 disponibili