Da Costantinopoli a Trieste

12.00

Vita di Gregorio Ananian: medico e benefattore armeno 
Seguendo il filo rosso della biografia di Gregorio Ananian (1770-1865), personaggio insigne della comunità armena di Trieste, è possibile indagare il clima politico e religioso di alcune delle principali città europee d’età moderna. Proveniente da un’agiata famiglia di Costantinopoli, egli studiò medicina a Padova e a Parigi, per poi tornare nella capitale ottomana ed esercitarvi il mestiere di ostetrico presso la corte del sultano Selim III. Costretto all’espatrio da intrighi di palazzo, giunse a Trieste nel 1815, partecipando alla vita cittadina in veste di consigliere comunale e distinguendosi per generosità e ampiezza di risorse nei campi del mecenatismo e della filantropia. Il suo nome, legato all’omonima Fondazione di stipendi scolastici, istituita per testamento nel 1857 e tuttora attiva, s’intreccia a un ampio ventaglio di temi: dalla storia dell’Armenia e degli armeni negli Imperi ottomano e asburgico, all’identità complessa della Trieste cosmopolita del XIX secolo.

124 pag.
(Adriatica moderna; Studi, 4)
2015
ISBN 978-88-98490-36-3

Diacronie. Studi di storia contemporanea n.14 (26/02/2016)

Descrizione