biblion-edizioni-universale-bib-kafka-discorso-lingua-jiddish

Discorso sulla lingua jiddisch – I guardiani della cripta

16.00

Franz Kafka
Barbara Di Noi
Introduzione e cura di Barbara Di Noi
Premessa di Marco Dotti
Testo tedesco a fronte

Due rari testi di Franz Kafka (1883-1924) – “Discorso sulla lingua jiddisch” (1912) e il frammento drammatico “I guardiani della cripta” (1916-1917) – vengono per la prima volta accostati grazie ad un’ottica interpretativa che ne sviscera i tratti comuni, offrendo al lettore un Kafka inconsueto, nel quale tuttavia temi e costellazioni figurali fanno intravvedere interessanti anticipazioni di temi che giungeranno poi nel loro pieno sviluppo in altre opere dello scrittore praghese.
Il testo della conferenza che Kafka tenne a Praga nella sede del municipio ebraico, come introduzione alla recita di addio dell’amico e attore Jizchak Loewy, segna il culmine dell’interesse dell’autore per l’ebraismo e per il teatro e la letteratura nella lingua germanica che era allora parlata e scritta dagli Ebrei originari dell’Europa Centro-Orientale. Ed è appunto la dimensione teatrale il nascosto trait-d’union che ci conduce in questo contesto all’analisi e alla lettura del solo lavoro teatrale di Kafka che ci sia pervenuto, frutto incompiuto di un’elaborazione tormentata, come testimoniano le tre stesure del testo integralmente riportate.
Il testo tedesco a fronte rende questo libro un’opera imperdibile per appassionati e studiosi della letteratura tedesca come della lingua nella quale si esprime.

191 pagg., 1a ed.
2011 (Universale Biblion)

Indice del libro (PDF)

ISBN 978-88-96177-36-5

Categoria: