150 anni di presenza battista in Italia (1863-2013)

20.00

a cura di Stefano Gagliano

La presenza battista ebbe il suo radicamento in Italia a partire dal 1863. Quest’opera si muoveva a quel tempo all’interno della lotta che i paesi protestanti di lingua inglese intendevano sostenere contro il cattolicesimo romano. I battisti seppero successivamente dialogare con le forze più vive della società italiana: si confrontarono con la politica, si batterono per il progresso della società e dei braccianti meridionali, si opposero al fascismo, parteciparono alla Resistenza e dettero il proprio contributo al dibattito costituzionale sulla libertà religiosa fino alla stipulazione di un’Intesa con lo Stato Italiano.
Questo volume è dunque la testimonianza evidente di come una denominazione religiosa di minoranza possa contribuire grandemente al progresso morale e civile di una nazione.

164 pag.
(Guicciardiniana; 4)
2015
ISBN 978-88-98490-023-3