Carrello

Un nuovo titolo arricchisce la collana di poesia di Zacinto Edizioni: Versimail di Maria Silvia Da Re.

I Versimail sono poemetti sui generis: sono versi di sopravvivenza dettati dal percepito, a puntate, formula inusuale, e con una vena paradossale che si traspone anche nella grafica e nel ritmo. La ricchezza della realtà e le risorse della lingua impongono slittamenti semantici, irruzioni dialogiche, esercizio e sorprese. La lingua stupenda. Talismano per Angelica, il Vademecum per ognuno (perché l’artista non è un opinion leader), le api che scortarono fuori dal bosco in Specie protetta!!, come recitano i titoli di ciascuna puntata, diventano altrettante occasioni per una folle saggezza, nella scompaginazione della percezione consueta, anche di cosa oggi sia poesia. Tre puntate di innocenza ed esperienza che si firmano come estremo contemporaneo, in cui l’autrice mostra dovizia di espedienti espressivi e, nel contempo, lo slancio di una forte ispirazione. I tre capitoli dei Versimail corrispondono infatti ad altrettante sintesi di vita, non senza momenti gravi, nella prima puntata scritta per una bambina, come viatico di risorse paradossali ed errori da non commettere, nella seconda puntata, la più mediata, poiché trae spunto dalla vita prosaica, schiacciante, come tentativo di uscirne, nella terza, che termina con il quesito esistenziale dell’equazione atta a circoscrivere la voce poetica e il tu, soggiacente al comunicare, come confronto con l’imponderabile. L’altro interlocutore è il Padre cui ci si rivolge: comicamente e tragicamente, nessuno apporta risposta al come e al perché interpellati nei versi, mentre, al fondo di una parola confidente, il lettore potrà riscoprire la spontanea artisticità del reale che ne è all’origine.

Maria Silvia Da Re, autrice dei volumi Yves Bonnefoy: il Cuore-spazio e i testi giovanili (Alinea, 2000) e La bocca immagina. I poteri della traduzione artistica (Mimesis, 2014), dà voce nei suoi Versimail al versante creativo della propria ricerca, trovando un originale equilibrio tra sperimentalismo e lirismo. Suoi componimenti, in italiano e in francese, sono editi in Francia, in rivista, Poésie/Premièren° 30, 2004, e a cura di AICL, Association Internationale de la Critique Littéraire (Tours), di cui è stata anche vicepresidente per l’Italia − Bulletin de l’Aicl1, 2015, Poètes de l’Aicl, une anthologie, 2018 − in Italia, nell’Enciclopedia di Poesia Italiana (vol. 10, 2019), per i tipi di Fondazione Mario Luzi Editore.

Categorie: Novità