In offerta!

«Sposa, amante ed amata» Galateo coniugale tra Otto e Novecento. Lingua e stile

14.25

con la riedizione di un testo raro di Anna Vertua Gentile

di Rita Fresu

«Che tu gli vuoi bene, tuo marito lo vedrà ne’ tuoi occhi e nel tuo sorriso; tu gliene darai cento prove al giorno, con atti di premura, tenere attenzioni, un interesse gentile per tutto quanto gli riguarda. Gliene darai una prova grandissima se saprai sopportare le piccole contrarietà, i disappunti, senza aggrottare le ciglia né fare il broncio».
Questi e altri consigli si leggono nel racconto-galateo dal promettente titolo L’arte di farsi amare dal marito. Consigli alla giovine sposa, apparso a Milano nel 1889. Ne è autrice la lombarda Anna Vertua Gentile (1845-1926), figura paradigmatica nel panorama della multiforme pubblicistica femminile, che letteralmente esplode tra la fine del XIX secolo e i primi decenni del Novecento. La produzione di Vertua Gentile colpisce per l’eterogeneità dei generi affrontati, tra cui spiccano i galatei coniugali, che godono di una notevole fortuna per tutto l’Ottocento (e oltre) e che, sia pure entro orientamenti differenziati, esaltano il ruolo della donna come sposa e madre, la cui unica realizzazione possibile rimane quella all’interno del focolare domestico.

Collana: Saggi Biblion

Anno: 2021

Pagine: 258

ISBN: 978-88-3383-161-9

Disponibile anche in formato eBook.

Categoria: