Carrello

Nuova uscita nella collana “BIM – Biblion International Monographs”: La grande illusione. Trent’anni dopo Tangentopoli, di Aurelio Musi.

Questo non è un instant book. È invece un saggio di “storia presente”. Storicizzare il presente significa assumere la cronaca, gli eventi, i fatti come materiali per un’analisi più ragionata. Collocarli in un sistema di connessioni capace di spiegarli. Proporne un’interpretazione. Significa cioè leggere il presente nella logica dell’operazione storica.

La periodizzazione di questo saggio coincide con gli ultimi trent’anni, letti attraverso un inestricabile intreccio fra ragione, sentimento, passione. La partenza è il triennio 1992-1994 con la conseguente sperata palingenesi del sistema politico italiano attraverso l’operazione “Mani pulite” e l’intervento salvifico della magistratura. L’arrivo è il ritorno al nastro di partenza di oggi. Tra i due termini abbiamo vissuto la “stagione dei sindaci”, la formazione e lo sviluppo dei nuovi “partiti personali”, la fede nella capacità dello Stato di combattere e debellare l’Antistato, la fiducia nell’avvento del federalismo e delle “magnifiche sorti e progressive” del decentramento, la moltiplicazione delle presunte Repubbliche, prima, seconda e terza. “La grande illusione” è quella coltivata nell’arco di un trentennio, dai primi anni Novanta del secolo scorso ad oggi. Vista col senno di poi e dei fatti accumulatisi nel corso del tempo l’illusione è andata trasformandosi in delusione e disincanto.

Aurelio Musi, ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, è stato professore ordinario di Storia moderna presso l’Università degli Studi di Salerno, dove ha ricoperto la carica di preside della Facoltà di Scienze politiche. Giornalista pubblicista, è editorialista delle pagine napoletane di “la Repubblica”, collaboratore di altri giornali e direttore del blog www.lidentitadiclio.com. Per i tipi Biblion ha pubblicato Un vivaio di storia. L’Europa nel mondo moderno (Milano, 2020) e Unità, disunità, malaunità. Miti, rappresentazioni, costruzioni storiografiche della storia d’Italia (Milano, 2021).

Categorie: Novità