Carrello

Biblion Edizioni è lieta di annunciare la pubblicazione del nuovo manuale di Storia moderna del prof. Aurelio Musi, Un vivaio di storia. L’Europa nel mondo moderno, frutto dell’esperienza pluridecennale dell’autore nel campo della didattica, della ricerca e della divulgazione. Il volume offre uno strumento pensato per le esigenze della formazione universitaria.

Vivaio è un terreno in cui vengono coltivate varie specie di piante prima di essere trapiantate e quindi cresciute in altri luoghi. La metafora rappresenta la condizione della storia europea: un ricchissimo laboratorio di esperienze storiche diverse che, nate e sviluppatesi nel Vecchio Continente, hanno fruttificato qui e altrove. L’Europa ha anticipato valori, idee, processi che hanno caratterizzato la modernità: ha costruito la sua identità attraverso le differenze e il rapporto con altri mondi, è stata protagonista di un confronto continuo con altre storie e altre civiltà. Questo libro propone un sintetico sguardo sul nostro passato di cittadini europei, alla ricerca delle radici della modernità, ma utile anche per una migliore conoscenza e comprensione del presente e delle difficoltà che incontra una più efficace integrazione politica del Continente: non solo una storia d’Europa, ma anche una storia globale.

Aurelio Musi è stato professore ordinario di Storia moderna presso l’Università degli Studi di Salerno, dove ha ricoperto la carica di preside della Facoltà di Scienze politiche. Ha insegnato in Università americane. È membro della Real Academia de la Historia di Madrid. Giornalista pubblicista, è editorialista delle pagine napoletane de “La Repubblica”, collaboratore di altri giornali e direttore del blog www.lidentitadiclio.com. Tra i suoi libri più recenti: L’impero dei viceré (2013); Freud e la storia (2015); Mito e realtà della nazione napoletana (2015); Il Regno di Napoli (2016); Storie d’Italia (2018); Masaniello. Il masaniellismo e la degradazione di un mito (2019).

È possibile acquistare il volume a questo link.