Carrello

Nel decimo anniversario della fondazione dell’Associazione Riaprire i Navigli, Biblion Edizioni annuncia l’uscita di una nuova edizione del libro-manifesto Riaprire i Navigli! Per una nuova Milano. Visione, strategie, criteri. Nel volume l’Associazione illustra la propria visione e la propria strategia per la riapertura dei Navigli, assolutamente valide e attuali, anzi ulteriormente confermate dalle attività svolte nel decennio 2012-2022, come testimonia la nota introduttiva del presidente Roberto Biscardini:

«La riapertura dei Navigli rappresenterebbe per Milano uno dei più grandi interventi ecologici e urbanistici, segno distintivo vero di una “città di tutti e per tutti”, di una città che si qualifica per il suo sviluppo orizzontale anziché verticale, diversa dalla città sempre più “classista” che è andata formandosi negli ultimi decenni. La proposta di riaprire i Navigli a Milano, che abbiamo voluto poi allargare alla riqualificazione di tutti i Navigli della Lombardia per restituire loro la funzione navigabile, non è la riproposizione antiquaria dei vecchi Navigli, ma un’opera assolutamente moderna, che guarda al futuro, per una Milano che sa sempre innovarsi e perfezionarsi. Un intervento strategico per riscoprire il valore dell’acqua e in particolare quello che ha fatto di Milano, sin dalle sue origini, una delle più importanti “città d’acqua” d’Europa. Una sfida che, dalla pandemia del 2020-2021, ha trovato ulteriori ragioni. Perché il bisogno di una nuova città, di una qualità della vita migliore e di un nuovo modello di società è sempre più forte. I Navigli, che furono chiusi, potranno quindi essere riaperti, se i cittadini milanesi lo vorranno. Facendo sentire il peso della propria volontà. Se i milanesi vorranno farsi un dono, al contrario di tanti doni avvelenati di cui la città, da decenni, continua a macchiarsi. Un grande dono per la propria città e per il resto del mondo».

L’Associazione Riaprire i Navigli è nata nel 2012 con l’obiettivo di promuovere la riapertura dei Navigli chiusi in Milano a partire dal 1929 e la riqualificazione dei navigli esistenti in Lombardia, per garantire nuovamente ai Navigli la plurifunzionalità storica: la navigazione oltre alla tradizionale funzione agricola.

Per questo l’Associazione ha, in questi anni, indicato le linee generali del progetto urbanistico, architettonico, ambientale e finanziario. Ha promosso la più larga partecipazione dei cittadini di Milano e della Lombardia e ha indicato alle istituzioni pubbliche la via per la realizzazione di tutti gli interventi connessi a questa grande opera. Dalla nascita dell’Associazione ad oggi, il progetto è diventato una realtà: è stato approvato nei Piani di Governo del Territorio della città di Milano, condiviso dalla Regione Lombardia e dalla Città metropolitana di Milano.

Categorie: Novità