Carrello

Nuova uscita nella collana “Storia, politica, società”: Jean Raimond Pacho e la scoperta dei monumenti di Cirene. Aspetti italiani dimenticati, di Romain H. Rainero.

Agli inizi dell’Ottocento le esplorazioni archeologiche dell’Africa volgevano i loro interessi verso l’Egitto dei faraoni o le rovine romane dell’Algeria e della Numidia, ma il nizzardo Jean Raimond Pacho concentrava invece le sue ricerche, effettuando notevoli scoperte, a Cirene, di cui sembravano scomparsi il glorioso passato e le ricchezze archeologiche e che sarebbe stata definita l’Atene d’Africa per la sua importanza storica e culturale. Pacho aveva piena coscienza della generale ignoranza della situazione di Cirene e ad essa contrappose la sua tenace volontà di rimediarvi. Eppure, malgrado la pubblicazione dei due tomi della Relazione e delle sue cento Tavole di illustrazione, le sue scoperte non ebbero la fama che meritavano: il silenzio circa la vita e l’avventura archeologica di Pacho fu, infatti, quasi totale.

Romain H. Rainero, docente di Storia contemporanea presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli Studi di Milano, dopo aver insegnato Storia delle esplorazioni geografiche presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Genova. Ha tenuto corsi presso vari atenei italiani e stranieri, tra cui Parigi (Sorbona), Aix-en-Provence e Nizza. Numerose pubblicazioni scientifiche e l’assidua partecipazione a congressi in Italia e all’estero gli hanno valso riconoscimenti e consensi.

Categorie: Novità