Carrello

Questo libro indaga sul paradigma come dispositivo teorico concettuale, intorno al quale si avvolgono e ingarbugliano le proposte educative della sostenibilità. Sosteniamo uno studio decostruttivo delle retoriche postmoderne attorno a tale concetto. Si avvia una disamina di questo mito contemporaneo con un fine di smascheramento per una proposta di formazione eco-sensibile a partire dai più piccoli. Pertanto, questo volumetto, che presenta materiali metanarrativi per lavorare con i bambini, si rivolge anche agli insegnanti della scuola dell’infanzia, ai futuri docenti, agli studenti e ai ricercatori, nell’intenzione di porre sul tavolo della discussione proposte operative e di critica sociale. Le narrazioni che presentiamo si ispirano ai miti Maya, che vedono la Ceiba, l’albero considerato sacro in tutta la Mesoamerica, protagonista e a un tempo allegoria di un paradigma differente. E, infatti, il libro propone materiali e processi di educazione all’immaginario infantile eco-logico per imparare a desiderare un modo diverso di stare al mondo.

Anita Gramigna, professoressa ordinaria di Pedagogia Generale ed Epistemologia della Formazione, dirige, insieme a Giorgio Poletti, EURESIS il Laboratorio di Epistemologia della Formazione, presso l’Università degli Studi di Ferrara. Nel 2012 è stata nominata Ambasciatrice Europea della cultura scolastica, nei suoi fini di promozione del diritto universale all’istruzione, dal Comitato Direttivo del Centro Europeo Internazionale della Cultura Scolastica (CEINCE). Svolge importanti incarichi scientifici e didattici presso prestigiose università straniere, dalle quali ha ricevuto premi e riconoscimenti insieme a dodici nomine come Visiting Professor. Nel 2023 è stata eletta Presidente della Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa (SIREF). In questa collana ha pubblicato La fabbrica delle idee. A proposito di Educazione e Intelligenza (2021), opera vincitrice della 2a edizione del Premio Riccardo Massa, 2021, e L’educazione inter e transculturale. Il caso del Rabinal Achi’ nelle comunità indigene maya (2022).

Categorie: Novità