In offerta!

Shooting for passion

33.25

di Mam Gagliani

Chi scatta per ragioni professionali può essere definito, a seconda di come opera, fotografo di viaggio o fotoreporter; Gagliani che invece si muove spinto soltanto dalla personale passione che da anni lo sprona – passando dalla classica pellicola analogica all’attuale digitale, alternando bianconero e colore – a scattare incessantemente, non rientra in queste categorie perché un po’ le racchiude tutte. Proprio come ogni fotoamatore dotato di molto gusto e altrettanta esperienza, quando inquadra lo fa per soffermarsi su qualcosa che non vuole dimenticare ma che, soprattutto, vuole condividere con chi guarderà le sue fotografie. A questo punto gli è sorto il problema, comune a tutti gli autori così estrosi da aver gettato lo sguardo verso ogni orizzonte, di come mettere in ordine tutto questo materiale per dargli un senso compiuto. Mam Gagliani alterna le visioni d’assieme dove elemento dominante è l’azione a particolari dove tutto resta come immobile e lo sguardo sa posarsi con calma su quanto la rapidità del nostro agire ci aveva negato. Non c’è dunque da stupirsi se, all’interno di un discorso espressivo caratterizzato da una generale pulizia dell’immagine e da una particolare attenzione compositiva, possano emergere ogni tanto fotografie che sembrano metafore e che, come tali, ci aiutano a osservare il mondo con sempre più profonda attenzione.

Roberto Mutti

Mam Gagliani, nato a Milano nel 1958; dentista per tradizione, fotografo per passione; felicemente coniugato con Alessandra, accompagnato da Valentina, Giacomo e Alessandro. Docente universitario, non ha mai disdegnato di far emergere aspetti non convenzionali della sua esistenza. La fotografia è stato uno di questi. Ha messo insieme, in quasi cinquant’anni, tante piccole storie illustrate da immagini; tessere di mosaico, mattoni di costruzione. Ha provato innumerevoli emozioni, con la segreta speranza che, in quell’attimo fugace, si trasmettesse quella stessa sensazione all’infinito, persona dopo persona, sguardo dopo sguardo, in quella spirale del tempo che avvolge le nostre esistenze finite.

Fuori collana

Anno: 2022

Pagine: 212 a colori

ISBN: 978-88-33832-78-4

Categoria: